Argomentazioni statistiche e humeane

Le argomentazioni induttive (cioè quelle in cui le premesse non implicano logicamente la  conclusione, ma essa ha un certo grado di probabilità di essere vera) si dividono in due tipologie:
– statistiche
– humeane
Nelle prime le conclusioni sono sostenute dalle premesse per ragioni unicamente statistiche e matematiche e non presuppongono che l’universo o qualche suo aspetto sia uniforme o rispondente a leggi generali.
Le seconde invece ipotizzano un certo grado di conformità di alcuni elementi rispetto ad altri su cui abbiamo dati certi.

Esempi:

[PREMESSA] Quasi tutti i lettori di Stetolo.com non hanno interesse per questo articolo
[PREMESSA] Tu sei un lettore di Stetolo.com
[CONCLUSIONE] Tu non hai interesse per questo articolo
Questa argomentazione è di tipo statistico: date le premesse, la probabilità della conclusione è stimabile sulla base di considerazioni puramente statistiche (sebbene l’espressione “quasi tutti” non consenta di calcolare questa stima in termini rigorosamente numerici).

[PREMESSA] Tutte le persone intervistate che hanno visto il film “Avatar” ne hanno parlato molto bene
[PREMESSA] Io vedrò Avatar
[CONCLUSIONE] Io parlerò molto bene del film “Avatar”
Questa invece è chiaramente non deduttiva, dato che io non sono tra le persone intervistate è perfettamente possibile che non ne parlerò bene. E non è statistica perchè la probabilità della conclusione dipende dal presupposto che io non sia dissimile dagli intervistati.

Posted on 17 Gennaio 2010 in General, Logica

Share the Story

Responses (2)

  1. Henry
    17 Gennaio 2010 at 17:34 ·

    bell’articolo….mi ha fatto venire voglia di approfondire l’argomento 😉

  2. Stetolo
    17 Gennaio 2010 at 18:33 ·

    Ihihihih, lusingato 🙂

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top